Explore all of ul.com

Data di Pubblicazione  Lunedì, 27 Ottobre, 2014

Mercati

Europa

Servizi

Test

Questo Standard Internazionale specifica il metodo per la determinazione degli ftalati nei prodotti tessili con la gas-cromatografia e la spettroscopia di massa (GC-MS) sfruttando un detector selettivo. In accordo con la procedura prevista dal metodo, gli ftalati vengono estratti mediante generatore di ultrasuoni e idrofurano.
Il metodo è applicabile ai prodotti tessili che possono contenere ftalati. Queste sostanze sono comunemente utilizzate come plastificanti in polimeri, pertanto si possono ritrovare in prodotti di abbigliamento e calzature, come ad esempio in decori, rivestimenti superficiali, stampe in plastica e bottoni.
Queste sostanze sono vietate per alcune categorie di prodotti di consumo, non solo in Europa, in quanto sono tossiche per la riproduzione e recenti studi tossicologici hanno dimostrato che sono dei potenziali distruttori endocrini.

Di seguito la lista degli ftalati che possono essere analizzati con il metodo UNI EN ISO 14389:2014:

• Dibutil ftalato (DBP)

• Butil benzil ftalato (BBP)

• Bis-(2‑etilesil)ftalato (DEHP)

• Di-n-ottil ftalato (DNOP)

• Di-iso-nonilftalato (DINP)

• Di-iso-decil ftalato (DIDP)

• Di-iso-butil ftalato (DIBP)

• Di-pentil ftalato (DPP)

• Di-iso-eptil ftalato (DIHP)

• Di-metossietil ftalato (DMEP)

• Di-cicloesil ftalato [DCHP(IS)]

I nostri Laboratori sono accreditati per il metodo UNI EN ISO 14389:2014 in accordo con la norma ISO 17025 e sono in grado di supportarvi per le analisi da condurre.

Condividi